Newsletter
Video Pillole
Oltre agli articoli che pubblico nella sezione Oggi vi parlo di... potrete seguire le mie video pillole: un video diario a puntate nel quale vi parlo dei temi che affronto da anni nella mia professione.

Dietoterapia e benessere psicologico

Vi siete mai chiesti perché si dice comunemente che le “emozioni si sentono nella pancia?”

Già gli antichi egizi consideravano la pancia il “secondo cervello,  la sede secondaria delle emozioni e principale dell’inconscio.

Sovente stati di disagio psicologico sono correlati ad un funzionamento negativo dell’intestino. Sintomi intestinali come gonfiore, tensione addominale, meteorismo, dolori locali, stitichezza o dissenteria condizionano il nostro umore.

La mia esperienza in qualità di dietista mi ha insegnato che per poter essere sereni e avvertire uno stato di benessere dobbiamo prima di tutto seguire una sana alimentazione affinchè l’intestino possa trovare in essa le risorse per guarire.

Ho constatato clinicamente sui miei pazienti che un cambio alimentare significativo nel proprio stile di vita, si accompagnava a veri e proprie risoluzioni di stati di ansia, alcune forme di depressione e disagio psicologico in generale.

Ogni paziente però è “unico” , vive una propria realtà spesso accompagnata da una lunga storia clinica di disagi sia fisici che psicologici, quindi non si può ridurre la sofferenza psicologica ad un problema di cattiva alimentazione o disfunzione intestinale.

In questo articolo voglio solo rivolgere l’attenzione a come l’alimentazione giochi un ruolo importante sulla nostra psiche.

In generale stress, eccesso di zuccheri raffinati, farmaci (soprattutto antibiotici) e alimentazione disordinata e non equilibrata portano l’intestino ad “acidificarsi” e a sviluppare forme di disbiosi intestinale ossia uno squilibrio della flora batterica intestinale nonchè a forme di parassitosi che ne condizionano significativamente il suo buon funzionamento.

A livello diagnostico per capire quale sia la giusta alimentazione si possono effettuare esami di laboratorio non invasivi quali il test delle intolleranze alimentari eseguito su un campione di capello e il disbiosi test eseguito su un campione di urine.

Con il test delle intolleranze agli alimenti (frutta, verdura, carne, pesce, uova, latte, cereali, funghi e lieviti) si possono capire interessanti informazioni sul come creare un programma di cambiamento per il benessere psico-fisico. Per esempio l’intolleranza allo zucchero di barbabietola (il comune zucchero bianco) porta spesso a stanchezza cronica e a depressione. L’eliminazione dell’alimento dalla dieta quotidiana per un determinato periodo di tempo permette all’organismo di “smemorizzare” una risposta negativa a livello immunitario e di non provocarne più le risposte negative a livello psicologico.

L’intolleranza al lievito fa ipotizzare una reazione di “allarme” a possibili parassitosi intestinali. Candida Albicans è il nome con cui viene definita un tipo di parassitosi intestinale molto comune che provoca forti disequilibri del funzionamento del’intestino provocando rezioni di forte stanchezza psico-fisica per lunghi periodi di tempo. Candida Albicans è il nome di un fungo/lievito che vive attraverso la fermentazione degli zuccheri semplici e complessi che mangiamo (dolci, pasta, pane, pizza, ecc.) prococando nell’individuo fori compulsioni all’assunzione di cibi a base di carboidrati.
Anche l’aumento di peso è spesso associato a queste disfunzioni/parassitosi dell’intestino.

Il disbiosi test permette di individuare con precisione lo stato biologico della flora batterica intestinale.

La ricostruzione della flora batterica intestinale attraverso l’assunzione di probiotici e fermenti lattici, è uno dei passaggi fondamentali del cambiamento che consiglio ai miei pazienti.

Successivamente la trasformazione biochimica positiva, ottenuta attraverso la disintossicazione dai cibi non tollerati, un riequilibrio dell’acido-base dell’organismo, portano ad  un buon funzionamento intestinale e, senza ombra di dubbio, ad un migliore stato psicologico e ad una maggiore disponibilità di risorse energetiche.

Per maggiori dettagli visita la pagina del mio sito Dietoterapia e Conseling nutrizionale

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>